Monthly Archives: novembre 2016

I veicoli volanti pronti al decollo

I progressi nel campo della tecnologia hanno portato alla creazione di auto elettriche, veicoli dotati di complessi sistemi di infotainment o, addirittura, auto che si guidano da sole. Non c’è dunque da stupirsi se, nel campo dell’automotive e non solo, qualcuno abbia pensato di donare ai veicoli su terra la straordinaria capacità di spiccare il volo.

Avete presente le 74-Z Speeder Bike che abbiamo visto sfrecciare a velocità supersoniche nell’universo di Star Wars? Si tratta di uno dei tanti esempi di mezzi volanti che potremo veder passare sopra le nostre teste in un futuro non troppo lontano. Vediamo allora i 3 principali veicoli volanti pronti al decollo.

È da anni che la Malloy Aeronautics lavora su un prototipo di hoverbike e finalmente il sogno sembra stia per realizzarsi grazie anche a un accordo con il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. La MA Hoverbike non è altro che un quadricottero che si pilota come una motocicletta e permette di sostituire l’uso di elicotteri veri e propri in numerose situazioni (anche belliche).

Con una hoverbike è dunque possibile raggiungere luoghi difficilmente accessibili senza attirare troppa attenzione, inoltre presenta costi di manutenzione molto bassi. Attendiamo quindi con impazienza che la Malloy Aeronautics sviluppi un prototipo adatto anche al mercato civile.

Esteticamente non sarà la cosa migliore da vedere, ma senza dubbio ha un aspetto particolarmente avveniristico: si tratta della Terrafugia Transition, una perfetta via di mezzo fra auto e aeroplano. A prima vista assomiglia più a un aereo con ali pieghevoli, tuttavia si tratta di un mezzo abilitato a circolare sulle strade degli USA, in grado di convertire la modalità di volo in guida su strada in meno di un minuto.

Guidare un Volocopter è come pilotare un elicottero dotato di molti meno controlli. Si tratta di una sorta di drone gigante e dotato di 18 rotori; con il motore interamente elettrico l’autonomia è di soli 20 minuti, tuttavia la soluzione ibrida permette di ottenere prestazioni più durature.

In attesa che queste straordinarie invenzioni giungano sul mercato italiano, potete trovare più convenzionali auto usate in Abruzzo presso rivenditori come Hertz Rent2Buy, esperti del settore auto usato.

Gomme invernali vs. 4 season – Pro e contro

Arriva l’inverno e per molti automobilisti significa una cosa sola: il cambio gomme imposto dal Codice della Strada. La normativa, però, non riguarda coloro che dispongono di pneumatici 4 stagioni, in grado di affrontare diversi tipi di terreno e di condizioni metereologiche. Qual è la differenza fra le due tipologie? Vi sono pro e contro nell’utilizzo sia di pneumatici invernali, sia di quelli 4 stagioni.

I pneumatici invernali, data la loro composizione, vantano elevate prestazioni su fondi stradali bagnati o scivolosi, proteggendo così l’incolumità degli occupanti del veicolo. Rappresentano la scelta migliore per viaggiare in luoghi che si caratterizzano per le basse temperature o per la presenza di ghiaccio e neve. Inoltre, il battistrada presenta una struttura ben definita e lamelle in grado di fornire un’ottima presa.

Lo svantaggio di utilizzare gomme invernali è che non possono essere utilizzate, con la stessa resa, anche nei più caldi mesi dell’anno. Il materiale di cui sono composte, infatti, non sopporta le alte temperature e un uso prolungato porterebbe dunque a un rapido consumo dello pneumatico. Ciò impone di possedere anche un cambio gomme estivo e la necessità di portare l’auto dal proprio gommista due volte l’anno.

Le gomme 4 stagioni sono realizzate con gli stessi materiali delle gomme estive, ma presentano il disegno del battistrada invernale; si trovano anche 4 stagioni composte da materiale simile a quello delle gomme invernali ma dotate di battistrada meno aggressivo. Il vantaggio consiste dunque nell’evitare di effettuare un cambio treno 2 volte l’anno, tuttavia si tratta di una soluzione valida soprattutto per chi percorre pochi chilometri l’anno (massimo 15.000) e in condizioni climatiche mai particolarmente avverse.

Trattandosi di un compromesso tra gomme estive e invernali, le 4 stagioni non regalano prestazioni eccellenti in caso di terreni o ambienti sfavorevoli. Per questo motivo è consigliabile portare le catene da neve per non trovarsi impreparati.

Se cerchi auto usate in Campania rivolgiti ad agenzie come Hertz Rent2buy, veri esperti del settore auto usato che ti assisteranno nella scelta dell’auto giusta per te.

Misure di sicurezza per bambini in auto: ecco come comportarsi

Il compito di un genitore è prendersi cura dell’incolumità dei propri figli, in particolare quando questi sono ancora troppo piccoli per pensare alla propria protezione. Uno degli ambienti che richiedono maggiore attenzione è il proprio veicolo: vi sono vari fattori da considerare per tutelare la sicurezza dei bambini in auto.

A regolare la normativa circa l’uso delle cinture e dei sistemi di sicurezza per bambini è l’articolo 172 del Codice della Strada; nei riguardi dei più piccoli, la regolamentazione prevede l’uso di due diverse tipologie di dispositivi: seggiolini e adattatori. Si tratta di misure di sicurezza del tutto necessarie fin dai primi giorni di vita del bambino e il modello migliore da utilizzare varia in base alla sua età e al suo peso. In generale, è importante considerare che tali dispositivi sono obbligatori fino al raggiungimento di 36 kg di peso.

Le comuni automobili sono dotate di sistemi di sicurezza non adatti a persone di un’altezza inferiore a un metro e mezzo. Per questo motivo è necessario ricorrere a dispositivi come seggiolini e adattatori.

Fino ai 18 kg di peso del bambino, l’unico dispositivo da utilizzare è il seggiolino. In particolare, se il bambino pesa meno di 10 kg è importante assicurarlo ai cosiddetti modelli “navicella” o “ovetto”, che gli consentono di viaggiare in senso opposto rispetto a quello di marcia (meglio se sul sedile posteriore, al centro). Superati i 10 kg, il Codice della Strada impone di sistemare il seggiolino in senso di marcia.

Le misure di sicurezza per bambini oltre i 18 kg invece prevedono l’uso dei cosiddetti adattatori, ovvero particolari supporti per schiena e braccia che permettono anche ai più piccoli di utilizzare le cinture già presenti nell’auto. Questi adattatori possono essere utilizzati finché il bambino non raggiunge il peso di 36 kg.

Conoscere questi dettagli è importante per evitare sanzioni amministrative e, soprattutto, proteggere la salute dei più piccoli. Se sei alla ricerca di auto usate a Catania visita il sito di Hertz Rent2Buy, il portale di fiducia dove acquistare auto usate per il trasporto della propria famiglia.

Lo sviluppo del segmento SUV nel settore automobilistico

Il mercato automobilistico italiano è in perfetta salute: lo dimostrano i dati relativi alla vendita di auto usate e nuove nel corso del 2016, dove nel primo semestre la crescita ha superato del 19% le vendite dello stesso periodo dello scorso anno. A trascinare il mercato sono in particolare SUV e crossover, le cui vendite continueranno a salire anche nei prossimi anni; la Ford prevede che queste arriveranno addirittura a toccare il 27% dell’intero settore auto entro il 2020.

Sulla base dello studio condotto da Ford su un campione di 5000 cittadini europei, il 57% di essi ritiene che i SUV siano la categoria di auto migliore per via della comodità di guida (anche in caso di tempo avverso) e della capacità del mezzo di adattarsi a diverse tipologie di terreno.

Poco più della metà degli intervistati considera inoltre i SUV come il mezzo ideale per proteggere l’incolumità dei suoi occupanti, grazie a una struttura in grado di coniugare eleganza e robustezza. Inoltre, se un tempo i SUV erano visti in maniera negativa per una questione di impatto ambientale, sembra ora che ben l’82% degli intervistati sia concorde sul fatto che i veicoli attualmente in commercio siano più eco-sostenibili rispetto al passato. Opinione tra l’altro del tutto condivisibile, dato che le aziende automobilistiche nel tempo hanno realizzato propulsori sempre più eco-friendly senza ridurre le prestazioni.

Un’altra delle ragioni per cui è possibile fare previsioni sullo sviluppo del settore dei SUV risiede nel fatto che esistono in particolare tre macrocategorie di persone a cui si rivolge: i Millennials (la generazione nata tra i primi anni ’80 e la metà dei ’90), le modern mums (le madri di “ultima generazione”) e i Quintastics (termine che indica gli over 50 più dinamici).

Sulla base delle loro esigenze, individuate attraverso analisi di mercato mirate, le case automobilistiche producono e continueranno a produrre veicoli in grado di incontrare sempre più il gusto del pubblico. Per una panoramica su SUV e auto usate attualmente in commercio, consigliamo di visitare siti come Hertz Rent2Buy e scoprire il modello più adatto al proprio stile di vita. Con Hertz Rent2Buy, leader nel settore della vendita di auto usate, si ha la possibilità di acquistare SUV di ultime generazioni, in ottime condizioni, ma a prezzi vantaggiosi!

Opel Astra – Auto dell’Anno 2016

Potente ma leggera, al punto da aggiudicarsi il titolo di Auto dell’Anno 2016 all’ultima edizione del Salone di Ginevra. La nuova Opel Astra ha ottenuto 390 voti su 1450 da 58 giornalisti europei, battendo la Volvo XC90 (con solo 15 voti di scarto) e la Mazda MX-5. Un mix di cambiamenti _che interessano tanto gli interni, quanto il motore_ decisamente apprezzato dagli addetti ai lavori così come dal grande pubblico. Scopriamo i dettagli della Opel Astra 2016.

La nuova Astra presenta un design decisamente più dinamico rispetto alle versioni precedenti, con un taglio più spigoloso che mette in evidenza i dettagli di muso e coda. I fari sono dotati di tecnologia Matrix led, in grado di illuminare con la massima potenza anche i tratti più bui; i “fanali intelligenti” evitano inoltre di abbagliare i guidatori provenienti dalla direzione opposta grazie alla schermatura automatica della porzione di strada interessata.

Parliamo ora delle vere innovazioni della nuova Opel Astra 2016. La nuova struttura della consolle ha eliminato i pulsanti meno utili lasciando ora un design pulito ed essenziale. L’integrazione dell’infotainment è resa possibile grazie al sistema IntelliLink 4.0 R, capace di scambiare informazioni con sistemi Apple Car Play o Android Auto.

I passeggeri dell’Astra avranno la possibilità di interagire con l’auto mediante uno schermo da 8 pollici touch-screen, posizionato nella parte alta della consolle. Sempre in tema tecnologia va menzionato il sistema Opel OnStar, alla sua prima apparizione su un modello Astra: OnStar garantisce assistenza stradale 24/7 e si attiva automaticamente non appena il sistema rileva l’apertura dell’airbag.

Una grande novità della Opel Astra 2016 riguarda la nuova struttura del motore che, unitamente alle modifiche apportate sulla scocca, riduce il peso del veicolo di 120-200 kg (a seconda della versione) portando notevoli vantaggi di guidabilità. I nuovi propulsori, disponibili sia benzina che diesel, hanno una potenza che varia dai 95 ai 200 CV, a seconda della velocità che si desidera raggiungere (235 km/h per la 1.6 Turbo 200 CV).

Se hai voglia e/o necessità di cambiare auto senza spendere cifre esorbitanti, Hertz Rent2Buy offre occasioni imperdibili di auto usate garantite, vantando anche modelli recenti nel parco auto a disposizione.

Scopri tutte le auto Opel usate su Hertz Rent2Buy e trova quella che fa per te.