Monthly Archives: giugno 2015

Nissan GT-R LM Nismo: la prima gara a Le Mans

Farà il suo debutto alla 24 Ore di Le Mans, ma suscita già grande clamore: si tratta della Nissan GT-R LM Nismo, che ha fatto la sua prima apparizione all’ultimo Super Bowl. L’ultima LMP prodotta dal marchio giapponese si appresta a sfidare le auto rivali sul circuito francese, pronta a mostrare le sue straordinarie capacità.

La nuova Nissan GT-R LM Nismo sta scaldando i motori in vista dell’impegno che l’attende. I produttori sanno che Le Mans non sarà una gara facile e che gli avversari sono di altissimo livello. Ma le specifiche tecniche di questo bolide lasciano intendere che i giapponesi non sono intenzionati a perdere la sfida. Il motore è un V6 biturbo da 3.0 litri a trazione anteriore, dotato di sistema di recupero dell’energia cinetica. Particolari anche le gomme anteriori, molto più larghe rispetto a quelle posteriori: questo per bilanciare la distribuzione dei pesi, che differisce notevolmente rispetto alle vetture rivali dotate di motore centrale.

Nonostante la quasi omonimia, la Nissan GT-R LM Nismo non ha nulla a che vedere con la supercar GT-R Nismo. Ciò che hanno in comune è la divisione dell’azienda che si occupa della loro produzione: la Nismo, abbreviazione di Nissan Motorsport International Ltd, dedicata ai modelli più performanti della casa.

Nissan non si fa mancare nulla ed ottiene ottimi risultati sia nella produzione di auto da corsa che di berline o familiari. L’azienda immette ogni anno sul mercato modelli di grande successo, adatti ad ogni portafoglio. Chi desidera acquistare un usato può rivolgersi a professionisti del settore come Hertz Rent2Buy per trovare la usato Nissan più adatta alle proprie esigenze.

Cosa aspettarsi dal futuro di Nissan? L’azienda ha dichiarato che i successi ottenuti in gara si tradurranno in enormi progressi per le vetture stradali, anche per quanto riguarda il sistema di recupero dell’energia.

Non rimane che attendere il 13 giugno e vedere come se la caverà questo bolide. Noi non possiamo far altro che guidare le nostre Nissan da strada, invitandovi a provarne una consultando agenzie come Hertz Rent2Buy.

La grande sfida delle auto ibride

Negli ultimi anni sono stati fatti molti progressi in merito allo sviluppo di energia sostenibile, soprattutto nel settore automobilistico. La produzione di auto ibride è ormai una realtà. Alcune hanno partecipato ad importanti corse come la 24 Ore di Le Mans, dando prova del fatto che il futuro è già presente. Ma non bisogna essere necessariamente dei corridori per provare l’emozione di guidare una vettura ibrida: se si desidera acquistarne una usata, basta contattare i professionisti di Hertz Rent2Buy per scoprire cosa possono proporre.

La recente riduzione dei consumi di carburante imposta da FIA e ACO, organizzatrici della 24 Ore, ha portato i produttori d’auto all’introduzione di nuove tecnologie. Sono tre le case automobilistiche ad aver accettato la sfida: Audi, Porsche e Toyota.

Toyota è da sempre la più grande sostenitrice dell’accoppiata tra motori termici ed elettrici. La svolta è arrivata con il debutto della Toyota TS030 Hybrid alla 24 Ore del 2012. La casa produttrice giapponese è riuscita a dimostrare come le auto ibride permettano di ottenere grandi prestazioni riducendo consumi ed emissioni. Ciò è in linea con il loro ruolo di leader mondiali dell’ibrido: non per niente la prima auto ibrida messa sul mercato è proprio targata Toyota, che da allora ha allargato la propria offerta proponendo una gamma di oltre 10 veicoli ibridi.

Le sue rivali Audi e Porsche non hanno fatto attendere la loro risposta. La Audi R18 e-tron quattro si è anzi rivelata uno straordinario gioiellino, al punto da conquistare i primi due posti alla 24 Ore del 2014. Durante la stessa competizione è andata meno bene alle Porsche 919 Hybrid, costrette al ritiro per motivi tecnici; da sottolineare, però, che il loro debutto alla 6 Ore di Silverstone è stato ben più che soddisfacente.

I veicoli ibridi permettono dunque di consumare meno e, al contempo, sfruttano al meglio l’energia prodotta dall’auto stessa. Attualmente acquistare un modello nuovo per alcuni può risultare costoso. Per questo motivo rivolgersi a Hertz Rent2Buy e verificare la disponibilità di un’auto ibrida usata fra le molte disponibili, potrebbe essere un’ottima occasione per acquistarne una a prezzi più contenuti.

I migliori seggiolini auto per bambini in 2015

I seggiolini auto per bambini sono fondamentali per tutelare l’incolumità dei più piccoli. La normativa che ne regola l’uso varia a seconda dello stato, si consiglia pertanto di visitare il sito dell’ACI così da ottenere informazioni più dettagliate.

In Italia, l’articolo 172 del Codice della Strada impone che i bambini di altezza inferiore a 1,50 m debbano essere assicurati al sedile con un sistema omologato, in grado di proteggerli in caso di urto o frenata. Ovviamente l’auto dev’essere in grado di ospitare tali misure di sicurezza: rivolgendosi ad agenzie come Hertz Rent2Buy, i genitori avranno la possibilità di scegliere l’auto usata più indicata per loro e i propri figli.

Seggiolini auto: quale prodotto scegliere

Gruppo 0/0+. Per i bambini di età compresa fra 0 e 15 mesi le scelte più comuni consistono nei modelli “navicella” o “ovetto”. Il primo tipo è studiato per ospitare bimbi del peso massimo di 10 kg, il secondo può arrivare invece fino a 13 kg. In entrambi i casi il bambino è posizionato in senso contrario a quello di marcia e dev’essere assicurato al seggiolino mediante speciali cinture poste direttamente nel supporto.

Gruppo 1. Questo gruppo include i seggiolini da collocare obbligatoriamente nella direzione di marcia dell’auto. Omologati per un peso che va dai 9 ai 18 Kg, possono ospitare bambini dell’età compresa tra 10 mesi e 4-5 anni.

Gruppo 2. In questo caso non si parla più di seggiolini, bensì di particolari supporti per schiena e braccia. Sono progettati per bambini del peso di 15-25 kg, adatti dunque dai 4 ai 6 anni. Grazie a questi supporti, i bambini possono utilizzare le cinture di sicurezza presenti sull’auto.

Gruppo 3. Similmente al gruppo precedente, questo tipo di supporto consiste in una sorta di rialzo che rende più agevole l’uso delle cinture dell’auto. Modelli di questo tipo sono adatti a bambini fino a 12 anni, del peso di 20-36 kg.

Il seggiolino auto migliore varia dunque a seconda del peso del proprio bimbo.
Affidandosi ad agenzie di professionisti quali Hertz Rent2Buy, si ha la garanzia di ottenere l’aiuto degli esperti nel settore, dunque di viaggiare in completa sicurezza.

Guidare negli stati europei

I cittadini europei hanno la facoltà di guidare in qualsiasi stato del continente, nel rispetto delle normative locali. Vi sono piccole norme da tenere bene a mente.

Per circolare in Europa è necessario essere provvisti di patente, rilasciata in italia o in altri stati europei; la licenza di guida è valida in ogni Paese, anche se non appartenente all’UE (come la Svizzera). Imprescindibili anche la carta di circolazione e il certificato dell’assicurazione. Alcuni Paesi non comunitari richiedono la carta verde, certificato internazionale sostitutivo della RCA.

Se si guida un’auto di proprietà altrui é opportuno possedere una delega a condurre con firma autenticata. Se non si possiede un’auto e si desidera acquistarne una usata prima della partenza, ci si puó rivolgere a Hertz Rent2Buy, in grado di fornire la soluzione migliore.

I limiti di velocità non variano molto da stato a stato e di solito sono identici a quelli italiani. Molti Paesi europei (fra cui Spagna, Portogallo, Irlanda e Belgio) fissano la velocità massima in autostrada a 120 km/h. Nelle autostrade tedesche non esiste un limite di velocità ufficiale, sebbene si raccomanda di non superare i 130. Molto più severi Regno Unito e Paesi Bassi, i primi con limite a 70 mph (112 km/h) e i secondi a 100 km/h.

Nella maggior parte dei Paesi le autostrade sono a pagamento. Alcuni stati richiedono l’acquisto di una vignetta: fra questi Svizzera, Austria, Repubblica Ceca, Romania e Ungheria. La vignetta può avere validità di pochi giorni così come di molti mesi, a seconda del Paese e delle esigenze degli automobilisti. In generale, comunque, il pagamento del pedaggio avviene mediante contanti o carta di credito. In Lussemburgo, Belgio, Danimarca e parte del Regno Unito le autostrade sono gratuite.

Prima di partire bisogna controllare di avere tutto il necessario: triangolo, ruota di scorta, giubbotto riflettente. Inoltre ci si deve assicurare di disporre di seggiolini a norma e, durante il periodo invernale, di catene o gomme da neve che rispettino le normative dei Paesi. Acquistando un’ auto usata da Hertz Rent2Buy, la sicurezza sará garantita, poiché ogni vettura é dotata di tutti gli accessori necessari per un viaggio senza pensieri.