Monthly Archives: marzo 2014

Risparmiare con gli incentivi per la rottamazione

Un metodo interessante per acquistare un’auto risparmiando è quello di usufruire degli incentivi per la rottamazione. Purtroppo però, come spesso accade in Italia,  le normative sono spesso poco chiare e gli incentivi vengono poi effettivamente erogati in un numero ristretto di casi. Anche se l’ultima grande campagna risale al 2009, in cui erano offerti fino a 4000 euro di incentivo acquistando un’auto nuova ecologica, sono presenti anche oggi degli incentivi per la rottamazione, sebbene con requisiti più severi. Gli incentivi riguardano l’acquisto di una macchina nuova ad alimentazione a gas, ossia a GPL o a metano, oppure elettriche, ma anche a biocombustibili e ad idrogeno. Una delle più grandi differenze con la campagna del 2009 è che il denaro previsto per il triennio 2013-2015 verrà ripartito al 30% ai consumatori privati e al 70% ai consumatori aziendali che necessitano di ammodernare la propria flotta di trasporto.

Inoltre, per quanto riguarda gli incentivi di questo triennio, l’ammontare della quota è legata al livello di emissioni dell’auto. La somma sarà superiore ancora per tutto il 2014, mentre nel 2015 gli incentivi subiranno una riduzione: se nel 2014 (come nel 2013) una macchina con emissioni massime di CO2 non superiori a 50 g/km potrebbe ricevere uno sconto del 20% fino a un massimo di 5.000 euro, per lo stesso veicolo nel 2015 l’incentivo per la rottamazione sarà del 15% fino a un massimo di 3.500 euro, un valore quindi significativamente inferiore. La classe che invece riceverà l’incentivo minore è rappresentata dalle auto con emissioni di CO2 fino a 120 g/km, che riceveranno un massimo di 2.000 euro nel 2014 e un massimo di 1.800 euro nel 2015. Gli incentivi sono limitati, infatti nel 2013 sono stati esauriti a ottobre e difficilmente nel 2014 avranno una durata più prolungata nel tempo, dato che i fondi sono, come detto, limitati. Meglio approfittare e non attendere il 2015!

Mary Barra promossa Chief Executive di Vauxhall

Grande cambiamento in casa GM e Vauxhall: per la prima volta nella storia, infatti, è stata assunta una donna come Chief Executive, posizione molto prestigiosa e solitamente riservata esclusivamente a uomini. La cinquantaduenne Mary Barra lavora alla GM da diverso tempo e ha fatto un’ottima carriera, che l’ha vista arrivare di promozione in promozione fino alla direzione della prestigiosa casa automobilistica americana, avvenuta dopo ben 33 anni dal suo arrivo alla GM. Mary Barra, quindi, avrà una grande responsabilità in casa Vauxhall, dove dovrà fare del suo meglio per migliorare le prestazioni sul mercato di un’azienda che in sei anni ha visto succedersi cinque diversi dirigenti con la stessa mansione di Chief Executive.

La prima missione lavorativa della Barra è stato il progetto sulla nuova Vauxhall Insigna, un’automobile molto interessante e molto venduta anche in Europa, in particolare in Gran Bretagna, ed in Cina. La carriera della Barra è iniziata nel 1980. Anche suo padre,dal quale ha ereditato la passione per le auto e motori, lavorò per lunghi anni presso uno stabilimento GM. Nei suoi 33 lunghi anni di lavoro presso la General Motors, la Barra ha svolto molte mansioni differenti, come direttore di stabilimento, direttore della divisione di ingegneria e direttore del reparto delle risorse umane, oltre che come vice presidente per lo sviluppo globale dei prodotti, degli acquisti e delle forniture.

Mary ama molto le macchine veloci: ha dichiarato, infatti, che le sue auto preferite sono la Chevrolet Camaro e la Pontiac Firebird. Dopo il lavoro sulla Insigna, la Barra dovrà concentrarsi sulle prossime uscite della Vauxhall: la nuova Astra e la nuova Corsa. Entrambe le vetture entreranno sul mercato nel prossimo 2015. La Astra sarà commercializzata nel primo periodo dell’anno, mentre la nuova Corsa arriverà nei concessionari nell’autunno del 2015. Sarà interessante assistere ai progetti e cambiamenti del nuovo Chief Executive alle redini di casa GM !

84° Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra

Come ogni anno, anche nel 2014 nel mese di marzo si svolge il Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, probabilmente il principale appuntamento europeo per la presentazione delle auto. Il salone si tiene dal 1905, anche se ci sono state diverse interruzioni a causa soprattutto dei conflitti mondiali. Nel 2014 è quindi organizzata l’edizione numero 84 della popolare rassegna. L’evento si svolge presso il Palexpo di Ginevra, una grande struttura situata nei pressi dell’aeroporto internazionale della città elvetica.

Come ogni anno, anche nell’edizione 2014 ci si aspetta una grande quantità di nuove automobili presentate, oltre che di grandi tecnologie e incontri interessanti. Come spesso accade, sono le auto sportive e le supercar a rubare la scena e anche quest’anno sono presenti diverse di queste interessanti vetture, come la Ferrari California T, la Maserati Quattroporte in edizione limitata e la Lamborghini Huracan.

Al Salone di Ginevra giungono grandissimi visitatori non solo per ammirare queste supercar, ma anche per dare un’occhiata a cosa riserva il futuro del mercato dell’auto. È ben noto che il mercato automobilistico sta vivendo un momento difficile, in particolar modo in paesi come l’Italia, e si vuole anche cercare di capire se l’introduzione di nuovi modelli e tecnologie sarà sufficiente a far riprendere il mercato o se saranno necessari cambiamenti economici più profondi. All’interno della rassegna è organizzato anche l’interessante International Advanced Mobility Forum.Si assisterà inoltre al debutto della cinese Qoros 3.

Come negli ultimi anni, le auto ibride giocano un ruolo molto importante ed è lecito pensare che in futuro il ruolo giocato da questo tipo di veicoli sarà sempre più importante e che quindi si ritaglierà uno spazio sempre più ampio anche al salone dell’auto di Ginevra e nelle altre rassegne simili. L’appuntamento è quindi a Ginevra, dal 6 al 16 marzo, per il Salone Internazionale dell’Auto del 2014.

Ford Focus 2015: l’auto del futuro?

La Ford Focus 2015 è già per molti versi l’automobile del futuro. Presentata al Mobile World Congress di Barcellona dello scorso febbraio, offre moltissime innovazioni sia per quanto riguarda l’intrattenimento dei passeggeri, che tutta la parte dell’assistenza alla guida. Sarà infatti montato sulla nuova Focus il sistema Sync 2. Di cosa si tratta? È un sistema particolarmente innovativo che presenta al centro uno schermo touch da 8 pollici per la sua gestione.

Contiene un sistema di connettività che integra navigatore, climatizzatore e regolazione dell’impianto audio. Sarà possibile quindi ottenere indicazioni stradali, attivare ad esempio il climatizzatore e decidere quale canzone ascoltare esclusivamente utilizzando i comandi vocali. Il sistema è una rivisitazione del MyFord Touch già montato sulle vetture Ford più recenti in vendita negli Stati Uniti.

Per quanto riguarda l’assistenza alla guida vera e propria saranno presenti sulla nuova Focus diversi sistemi per aiutare il guidatore a effettuare senza problemi una delle operazioni più difficili per chi si trova alla guida, in particolar modo nelle grandi città, dove lo spazio è poco: il parcheggio. Ford ha annunciato la presenza dei sistemi Active Park Assist che effettua quasi automaticamente le manovre di parcheggio (il guidatore dovrà utilizzare cambio e pedali), Park-Out Assist (lo stesso sistema, ma utilizzato per uscire dal parcheggio) e il Cross Traffic Alert, che avvisa il guidatore se arrivano auto dietro di sé in fase di uscita dal parcheggio, con l’auto in retromarcia.

Ovviamente, però, non ci si è concentrati esclusivamente sul parcheggio. Il sistema Active City Stop è stato ulteriormente migliorato ed è ora attivo già alla velocità di 50 km/h, mentre in precedenza funzionava esclusivamente a partire da 30 km/h. Il Cruise Control (controllo della velocità con mantenimento della distanza di sicurezza) è ora affiancato dal Distance Alert e dall’Indication System, che avvisa il guidatore in caso di mancanza della distanza di sicurezza. La Focus è stata aggiornata anche all’esterno, in particolare nella parte posteriore. Appuntamento nei concessionari Ford a fine 2014.