• IT/IT
  • Il Mio Account
Sistemi avanzati di assistenza alla guida

Sistemi avanzati di assistenza alla guida

Pubblicato 05 dic, 2018

Leggi di più

La tecnologia applicata alle automobili sta compiendo passi da gigante. Tra le ultime novità ci sono i sistemi avanzati di assistenza alla guida, comunemente conosciuti con l’acronimo ADAS, ovvero “Advanced driver-assistance systems”. Questi sistemi hanno come scopo principale l’aumento del comfort e l’incremento della sicurezza alla guida.

I sistemi ADAS racchiudono tutti i dispositivi come i sensori di parcheggio, la frenata automatica d’emergenza, i sensori pioggia, il sensore crepuscolare, il cruise control o i comandi vocali. Quasi tutti questi dispositivi sono installati di serie nelle auto in vendita in Italia dato che la richiesta in termini di maggiore efficienza e sicurezza da parte di chi è alla guida è costantemente in crescita. A tale proposito è bene ricordare che per alcuni di questi dispositivi di sicurezza, come frenata automatica e mantenimento della carreggiata, il Parlamento Europeo ha approvato una proposta per renderli obbligatori al pari di altri dispositivi, quali l’ABS.

Vediamo nel dettaglio alcune delle loro caratteristiche. L’ACC è il cruise control adattivo, vale a dire il controllo di velocità. Molto apprezzato, permette di lasciar guidare autonomamente la vettura dopo aver impostato la velocità e la distanza di sicurezza. In questo modo l’auto potrà accelerare e frenare adattandosi alle condizioni del traffico.

Uno dei primi sistemi ad essere introdotti e che si trova facilmente anche nelle auto usate è l’avviso di collisione anteriore e posteriore. Grazie a una videocamera o un radar (molto utile in fase di parcheggio), riconosce pericoli e ostacoli e con un segnale acustico avvisa il conducente.

Il sistema di mantenimento della carreggiata si sta diffondendo molto rapidamente ed è ormai di serie nelle vetture più moderne. Come nel sistema di avviso di collisione, anche in questo caso il computer centrale dell’auto utilizza telecamere e radar della vettura per riconoscere la linea di demarcazione della carreggiata e avvisa il conducente quando questa viene superata. Un sistema simile ma ancora più avanzato è il Lane Keeping System che non solo avvisa il conducente, ma riporta il veicolo in carreggiata in modo autonomo. Questo sistema si sta rivelando estremamente utile in tutte quelle situazioni di scarsa visibilità come possono essere le giornate invernali quando cala la nebbia e il rischio di incidenti aumenta.

I sistemi di assistenza alla guida rappresentano un passo fondamentale per il futuro dell’automobile e permettono di poter viaggiare in condizioni di maggiore sicurezza e quasi impensabili fino a pochi anni fa.

Archivio del blog

Altri articoli

Buoni propositi per l’Anno Nuovo: comprare un’auto nuova

Buoni propositi per l’Anno Nuovo: comprare un’auto nuova

Leggi di più

Quanto può durare un’auto?

Quanto può durare un’auto?

Leggi di più