• IT/IT
  • Il Mio Account
Procedure e documenti per l’acquisto di un’auto usata

Procedure e documenti per l’acquisto di un’auto usata

Pubblicato 08 gen, 2014

Leggi di più

Se avete in mente di comprare un’auto usata, sarà bene prima di procedere informarsi a fondo sulle procedure necessarie ad una transazione legale, che non comporti difficoltà future al nuovo proprietario. Ponete molta attenzione alla corretta compilazione dei documenti perché gli errori possono comportare pesanti multe per l’acquirente.

Innanzi tutto deve essere redatto un atto di vendita in favore dell’acquirente del veicolo. Questo è una garanzia irrinunciabile per il compratore; ricordate che è necessario che la firma del venditore sia autenticata, se questi non verrà con voi a presentare i documenti alla motorizzazione. Il venditore deve inoltre fornire all’acquirente il certificato di proprietà del veicolo (CdP) e la carta di circolazione.

Dal momento della firma per l’acquisto, il nuovo proprietario ha 60 giorni di tempo per regolarizzare la transazione e far aggiornare la carta di circolazione con i propri dati. Per farlo bisogna recarsi all’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile. È anche possibile sbrigare la pratica tramite internet, rivolgendosi ad uno sportello telematico dell’automobilista, noto anche con l’acronimo STA; troverete questi sportelli presso gli Uffici Provinciali dell’ACI e della Motorizzazione Civile, le delegazioni ACI o le agenzie di pratiche automobilistiche. Sempre entro 60 giorni, si deve richiedere la trascrizione del passaggio di proprietà in motorizzazione oppure ad un ufficio del PRA, ovvero il pubblico registro automobilistico. Il tempo necessario perché gli uffici sbrighino la pratica è di solito di alcuni giorni lavorativi.

Il passaggio di proprietà di un’auto comporta una serie di tasse fisse che sono: una marca da bollo da 14,62 euro da allegare alla copia del libretto di circolazione; l’imposta di bollo per la registrazione al PRA, che costa 29,24 euro; le commissioni per la Motorizzazione Civile che ammontano a 9,00 euro; e infine le commissioni per l’ACI, per cui spenderete altri 20,92 euro. A queste spese si aggiungono quote variabili per l’imposta provinciale di trascrizione, che sono soggette a cambiamenti sia in base valla potenza del veicolo, sia alla provincia e alla regione in cui risiedete.

Ovviamente se si decide di comprare un’auto usata presso un’agenzia qualificata la procedura risulta semplificata rispetto alla vendita fra privati, perché l’agenzia si occuperà della gestione e della regolarizzazione di tutta la documentazione necessaria, rendendovi molto più pratico l’iter di acquisto.

Archivio del blog

Altri articoli

Come valutare le condizioni di un’auto usata

Come valutare le condizioni di un’auto usata

Leggi di più

Chevrolet: addio all’Europa

Chevrolet: addio all’Europa

Leggi di più