• IT/IT
  • Il Mio Account
Formula E, la nuova frontiera delle gare automobilistiche

Formula E, la nuova frontiera delle gare automobilistiche

Pubblicato 30 apr, 2015

Leggi di più

Ideata nel 2012 dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA), la Formula E rappresenta la prima gara che prevede la competizione fra veicoli elettrici. Il paragone con la Formula 1 è scontato, ma le differenze sono tante.

In primis, tutte le vetture sono realizzate da un unico costruttore e presentano le stesse caratteristiche. Il telaio è fornito dallaDallara, mentre propulsori, cambio ed elettronica sono prodotti dalla McLaren Electronic Systems. La Williams fornisce le batterie al litio.

I motori elettrici sono responsabili dell’effetto surreale dovuto all’assenza dei tipici rombi di motore. Nonostante questo, le auto della Formula E sono in grado di raggiungere una velocità massima di circa 230 km/h e di accelerare da 0 a 100 in 3 secondi. I brividi non mancano: lo si è capito sin dalla gara di esordio, in cui si è verificato uno spettacolare scontro fra Nicolas Prost e l’ex pilota di Formula 1 Nick Heidfeld.

Campionato di Formula E 2014/2015

La prima edizione del campionato è iniziata il 13 settembre 2014 a Pechino. La stagione prevede 10 gare in varie città del mondo: 4 di queste si tengono in Europa (Monte Carlo, Berlino, Mosca e Londra)nelperiodo compresofra maggio e giugno. A differenza di molte categorie automobilistiche, le gare di Formula E si svolgono quasi esclusivamente su circuiti urbani, della lunghezza massima di 3 km.

Il campionato vede la partecipazione di 10 scuderie, ognuna delle quali ha a disposizione quattro vetture e due piloti. Nella Formula E tutto avviene in un’unica giornata: durante la mattinata si svolgono prove libere e qualificazioni, mentre nel pomeriggio, dopo un periodo di tempo necessario a ricaricare le auto, si svolge la gara. Ogni competizione dura circa 45 minuti e prevede un pit stop obbligatorio: entrambi i piloti della scuderia dovranno cambiare le auto e prendere quelle con la batteria carica.

Una novità della Formula E è la presenza, fra i piloti, di due donne: una di queste è l’italiana Michela Cerruti, in squadra con Jarno Trulli. Inoltre, i tre piloti più votati su internet possono utilizzare per 5 secondi un boost che aumenta la potenza delle auto da 150 a 180 kW.

Archivio del blog

Altri articoli

Pro e contro dei motori a benzina e dei motori diesel

Pro e contro dei motori a benzina e dei motori diesel

Leggi di più

Le direttive sulla CO2 e le auto

Le direttive sulla CO2 e le auto

Leggi di più