• IT/IT
  • Il Mio Account
Come sfruttare al massimo i vantaggi di un test drive

Come sfruttare al massimo i vantaggi di un test drive

Pubblicato 20 feb, 2019

Leggi di più

Prima di acquistare un’auto, è indispensabile acquisire quante più informazioni possibili. I test drive sono fondamentali per capire se un veicolo soddisfa o meno le proprie esigenze, ma spesso, il tempo messo a disposizione dai concessionari per testare una vettura è talmente limitato che è bene imparare a sfruttarlo al massimo.

Uno dei primi consigli è quello di guadagnare tempo, recandosi dal concessionario in orari generalmente poco frequentati, in modo da ottenere qualche minuto in più rispetto ai 10-15 generalmente concessi.

Un altro aspetto fondamentale è scegliere una posizione di guida ottimale, che oltre a essere comoda, permetta al conducente di avere il totale controllo del veicolo in situazioni di pericolo o emergenza. A tal fine, è bene sfruttare tutte le regolazioni del sedile per trovare la posizione migliore, con le mani poggiate correttamente sul volante, i gomiti a 90 gradi e le gambe né troppo distese, né rannicchiate.

Per quanto riguarda i SUV, è bene accertarsi anche della presenza di sensori o telecamere, in quanto il sedile più alto, caratteristico di questi veicoli, potrebbe non garantire una visione ottimale. Altri due aspetti da non sottovalutare durante un test drive sono il rumore emesso dal motore e il tipo di utilizzo del veicolo che, se destinato ad un uso prevalentemente cittadino, dovrebbe essere in grado di filtrare sufficientemente i rumori esterni per rendere il viaggio meno fastidioso.

Un’altra cosa da tenere bene a mente è che il test drive dovrebbe essere effettuato nell'ambiente in cui il veicolo viene effettivamente utilizzato. Per cui, un’auto da città andrebbe provata su strade urbane, mentre un’auto destinata ai lunghi viaggi andrebbe provata soprattutto in autostrada. In qualsiasi caso, comunque, è consigliabile controllare anche la tecnologia in dotazione. Oltre agli ormai comuni sistemi di info entertainment e di navigazione, sarebbe il caso di testare anche il funzionamento dei sistemi di assistenza alla guida, come il mantenitore di corsia, se presente. Ultimo consiglio, spesso trascurato, è quello di controllare i sedili posteriori, che oltre a essere comodi, devono anche essere in grado di attutire i colpi e assorbire sconnessioni stradali a livello sonoro e di sospensioni. A tal scopo, farsi accompagnare da un amico potrebbe risultare di grosso aiuto.

Archivio del blog

Altri articoli

Quali sono e a cosa servono le varie tipologie di trasmissione

Quali sono e a cosa servono le varie tipologie di trasmissione

Leggi di più

Chilometraggio o età del veicolo? Quale aspetto considerare quando si compra un’auto usata?

Chilometraggio o età del veicolo? Quale aspetto considerare quando si compra un’auto usata?

Leggi di più