• IT/IT
  • Il Mio Account

Auto connesse

Pubblicato 26 dic, 2018

Leggi di più

Una delle tendenze dell’industria automobilistica degli ultimi anni è quella della cosiddetta smart mobility, ovvero l’ultima generazione di auto connesse o smart. Questa tecnologia permette un’interazione tra conducente, veicolo, dispositivi elettronici e internet che sta semplificando il modo di viaggiare rendendolo allo stesso tempo più sicuro e comodo.

I sistemi di connessione per auto includono anche i noti Android Auto o Apple CarPlay, delle vere e proprie estensioni dello smartphone che permettono di gestire varie funzioni tramite comandi al volante o vocali.

Ma le comodità non finiscono qui. La geolocalizzazione è stata una delle prime funzioni tecnologicamente avanzate e oggi molte auto connesse usate ce l’hanno in dotazione. Non si rivela utile solo in caso di furto, per esempio può aiutarci a ricordare dove è stata parcheggiata la macchina e con il sistema Car-Net si possono inviare al telefono le indicazioni per raggiungerla, davvero utile se per esempio ci si trova in una città che non si conosce. Esistono sistemi di controllo dell’auto da remoto che consentono di visualizzare il livello di carburante o la carica della batteria per evitare spiacevoli sorprese, ma anche di visualizzare sul telefono se i finestrini o le portiere sono rimasti aperti.

Le auto connesse permettono di trovare stazioni di servizio, parcheggi e altro in pochi secondi, sfruttando il navigatore integrato della vettura, con notevole risparmio di tempo. Inoltre, è anche possibile scoprire dove fare rifornimento spendendo di meno, quali strade percorrere per evitare il traffico, incidenti o lavori in corso.

L’utilizzo del navigatore e dei sistemi di infotainment nella pianificazione del viaggio ha raggiunto un nuovo livello: oggi non è più necessario impostare il navigatore seduti in auto, ma si può pianificare un itinerario da casa o dallo smartphone e inviare i dati alla macchina. Una volta saliti a bordo basterà avviare l’auto e accedere al navigatore per trovare l’itinerario scelto.

Specialmente durante l’estate, e se si è lasciata l’auto per tanto tempo sotto il sole, la temperatura all’interno dell’abitacolo può essere insopportabile. Ecco che un’altra novità della smart mobility viene in aiuto: si tratta della possibilità di controllare l’impianto dell’aria condizionata tramite un’app per smartphone. Permette di rinfrescare l’auto o di riscaldarla durante i mesi più freddi, e nel caso delle auto elettriche è una funzione che non va ad intaccare la carica della batteria. Questa è una possibilità offerta solo in alcuni dei modelli più recenti e non si trova nelle auto connesse usate. 

Archivio del blog

Altri articoli

Quanto può durare un’auto?

Quanto può durare un’auto?

Leggi di più

I vantaggi reciproci della guida autonoma e l’elettrificazione

I vantaggi reciproci della guida autonoma e l’elettrificazione

Leggi di più